Osservatorio Territoriale Darfense
 

AL COMMISSARIO EUROPEO PER L'AMBIENTE

Sig. Janez Potocnik,

Commission européenne

B-1049 BRUXELLES, Belgique


AL PRESIDENTE COMMISSIONE PETIZIONI DEL PARLAMENTO EUROPEO

Signora Erminia Massoni

Commission européenne

B-1049 BRUXELLES, Belgique


AL MINISTRO DELL'AMBIENTE

Via Cristoforo Colombo, 44  

00147 ROMA


ALL'ASSESSORE REGIONALE ALL'AMBIENTE

Direzione Generale Ambiente, Energia e Reti 
Piazza Città di Lombardia, 1  

20124 MILANO


ALL'ASSESSORE PROVINCIALE ALL'AMBIENTE

Dott. Stefano Dotti

Via Milano 13

25126 Brescia


AL PRESIDENTE DELLA COMUNITA' MONTANA DI VALLE CAMONICA

Sig. Corrado Tomasi

Piazza Tassara  

25043 BRENO


AL PRESIDENTE DEL BIM DI VALLE CAMONICA

Sig. Corrado Tomasi

Via A. Moro  

25043 BRENO


AL SEGRETARIATO PERMANENTE DELLA CONVENZIONE DELLE ALPI

Herzog-Friedrich-Straße 15
6020 Innsbruck, Austria


CIPRA INTERNAZIONALE

Im Bretscha 22

9494 Schaan, Liechtenstein


CIPRA ITALIA

Via Pastrengo 13

10128 Torino


e  p.c.      AI SINDACI DEI 42 COMUNI DELLA VALLE CAMONICA

via e mail


OGGETTO: Captazioni fluviali a scopo idroelettrico in Valle Camonica (BS), Italia.

- Alle candidate e ai candidati camuni  al Parlarmento

- Alle candidate e ai  candidati camuni al Consiglio Regionale della Lombardia

- Alle  candidate e ai candidati alla Presidenza della Regione Lombardia


Il Coordinamento delle Associazioni firmatarie  della presente lettera è da tempo attivo sul territorio della Valle Camonica  ed  ha chiesto  da  circa un anno alle Istituzioni locali, provinciali, regionali, nazionali ed europee la moratoria di tutte le nuove captazioni concesse e richieste  allo scopo di costruire centraline idroelettriche in Valle Camonica.

Infatti nella Valle  Camonica sono già presenti centinaia di captazioni  sul fiume Oglio e sui torrenti ed affluenti del medesimo, oltre a due centrali idroelettriche sotterranee fra le più grandi d'Europa. Queste ultime, per altro, risultano sottoutilizzate e non lavorano a  pieno regime.

Nonostante ciò la Regione Lombardia e la Provincia di Brescia stanno continuando a rilasciare autorizzazioni per nuove centraline poste in varie zone della Valle e addirittura in aree protette, quali Parchi e Siti Natura.

La maggior parte di queste autorizzazioni va a privati i quali, grazie agli incentivi statali che rendono appetibile e remunerativa l'operazione, praticano o un mercato delle concessioni (con enormi guadagni sulla rivendita dei permessi) o la vendita dell'energia con un notevole vantaggio economico. Inoltre, quando realizzano l'intervento, operano senza alcuna attenzione per l'impatto ambientale sul territorio.

In ogni caso il profitto è privato e il danno resta pubblico: meno acqua nei fiumi, sottrazione di risorse per l'agricoltura, danno alla vita acquatica, deturpazione del paesaggio.

.......................

Osservatorio Territoriale Darfense

(organizzazione per la promozione e difesa di animali e ambiente - registrazione atto costitutivo presso l’Agenzia delle entrate, ufficio di Breno, in data 16/03/2011)

————————————————————————————————————————————————


PROVINCIA DI BRESCIA - AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO, SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VIA –CARTOGRAFIA E GIS

Via Milano 13, 25126 Brescia (BS)


e per conoscenza:

Comunità Montana di Valle Camonica

Piazza Tassara, 3

25043 Breno


ARPA Lombardia, Dipartimento di Brescia
Via Cantore, 20
25128 Brescia



Oggetto: Osservazioni in merito alla richiesta di Valutazione d’Impatto Ambientale per un progetto di concessione di derivazione Acqua sul Fiume Dezzo nel comune di Angolo Terme (BS).

.............................

Al dott. Francesco Puma,

Segretario Generale dell'Autorità di Bacino del fiume Po

e p.c.

a Corrado Tomasi

Presidente della Comunità Montana di Valle Camonica e del BIM

e.p.c.

a Dario Furlanetto

Direttore del Parco dell'Adamello

LL. SEDI


Oggetto: Sollecito in merito all'iter di stesura e approvazione del Bilancio idrico integrato


Le varie Associazioni della Valle Camonica, che in data 14 aprile 2012 hanno organizzato a Breno il Convegno dal titolo "Idroelettrico in Vallecamonica: sfruttamento di una risorsa o valorizzazione di un bene comune", a cui Lei ha partecipato portando un prezioso contributo di idee, si sono costituite in Coordinamento per dare seguito alle proposte emerse in quell'occasione.

In particolare il Coordinamento ha chiesto al Parco dell'Adamello, alla Comunità Montana e al BIM di avviare l'iter per la stesura del Bilancio idrico integrato, quale presupposto indispensabile per una corretta gestione delle acque e perché vivamente preoccupati per la salvaguardia del territorio e del suo habitat, nella fattispecie quello dei corsi d’acqua.

..........................

IDROELETTRICO IN VALLE CAMONICA



Il Coordinamento delle Associazioni di Valle Camonica, che da tempo ha richiesto alle Istituzioni una moratoria delle concessioni per nuove centraline idroelettriche sul nostro territorio, rileva il fatto che questa richiesta è stata disattesa.


In particolare la Regione Lombardia e la Provincia di Brescia stanno continuando a rilasciare autorizzazioni su varie zone della Valle e addirittura  in aree protette, quali  Parchi e "Siti Natura".


La maggior parte di queste autorizzazioni è andata a privati che praticano o un mercato delle concessioni  (con enormi guadagni sulle rivendite dei permessi) o, quando realizzano l'intervento, operano senza alcuna attenzione per l'impatto ambientale sul territorio. In ogni caso il profitto è privato e il danno resta pubblico: meno acqua nei fiumi, sottrazione di risorse per l'agricoltura, danno alla vita acquatica, deturpazione del paesaggio con ricadute negative sulla vivibilità per i residenti e per il turismo.


Il Coordinamento denuncia alcuni casi particolarmente gravi.


.......................


Osservatorio Territoriale Darfense

(organizzazione per la promozione e difesa di animali e ambiente - registrazione atto costitutivo presso l’Agenzia delle entrate, ufficio di Breno, in data 16/03/2011)

————————————————————————————————————————————————


Alla cortese attenzione dell’Arch. G.F. COMINCINI

PROVINCIA DI BRESCIA – SETTORE AMBIENTE – UFFICIO USI ACQUE – ACQUE MINERALI E TERMALI

Via Milano 13, 25126 Brescia (BS)


e per conoscenza:

Comunità Montana di Valle Camonica

Piazza Tassara, 3

25043 Breno


ARPA Lombardia, Dipartimento di Brescia
Via Cantore, 20
25128 Brescia


Comune di Darfo Boario Terme

Piazza Colonnello Lorenzini 4



Oggetto: Osservazioni in merito alla richiesta della società BM2 srl, intesa ad acquisire la concessione, per la derivazione di acqua dal torrente Re di Gianico, con opere nei comuni di Gianico (Bs) e Darfo B. T. (Bs), ad uso idroelettrico.


…………………